Se il tuo cane ha la lingua pendula e la tiene sempre fuori, può incorrere in piccole lesioni anche dolorose.

Secchezza della mucosa, ferite di lieve entità possono essere curate e prevenute con semplici rimedi.

Cane con lingua pendula: quali sono le cause?

 

Capita spesso di vedere cani, soprattutto di piccola taglia con la lingua penzoloni, anche quando la bocca è chiusa.

Questa è una condizione, che coinvolge soprattutto cani di piccola taglia quali Chihuahua, Cavalier King Charles Spaniel e alcune razze brachicefale, come i Carlini.

Le cause della sindrome della lingua pendente possono essere di diversa natura, sia congenita che traumatica :

  • frattura della mascella,
  • anomalia nella dentizione,
  • patologie dentali gravi (perdita di denti),
  • problemi neurologici,
  • tumori,
  • mal conformazione congenita della bocca.

 

Sindrome della lingua pendente nel cane, in cosa consiste davvero?

 

La sindrome della lingua pendente è una condizione patologica in cui il cane resta con la lingua fuori, senza riuscire a ritrarla, anche se viene stimolato a farlo (ad esempio toccandogliela).

Questa è una condizione piuttosto rara ed implica problemi anche nella deglutizione ed assunzione di acqua.

Una condizione del genere è certamente più grave e va valutata da un neurologo in quanto è verosimile che ci possa essere una lesione a livello neuronale.

Si può presentare in modo improvviso a seguito di traumi, rotture della mascella o forme tumorali.

Se risolvibili, una volta eliminata la causa, l’organo torna nella sua funzionalità normale.

Nei casi più gravi può essere necessario l’intervento chirurgico.

Più spesso invece è proprio la forma della lingua ad essere troppo sviluppata per stare all’interno della cavità boccale agevolmente, soprattutto in cani brachicefali.

In questa situazione il cane tenderà a portarla sporgente, anche quando non sta utilizzandola per una maggiore ventilazione.

Una condizione del genere può avvenire se il cane ha perso degli incisivi inferiori che non fanno più da barriera e quindi la lingua scivola fuori, oppure se ha subito una frattura ossea.

In queste circostanze però il cane è perfettamente in grado di mangiare, bere ed anche di ritrarre la lingua di quando in quando per inumidirla.

 

Lingua pendente nel cane: quali conseguenze?

Le conseguenze in un cane con lingua pendula, non sono gravi, ma possono esitare in una fastidiosa secchezza, un po’ come per noi, quando abbiamo le labbra screpolate

La lingua è ricoperta da una mucosa che si disidrata facilmente, essendo costituita da papille che non hanno una adeguata protezione per l’ambiente esterno.

Aria secca, vento, oppure il freddo, potrebbero facilmente irritare, e creare delle screpolature che potrebbero addirittura esitare in piccole ferite.

Se queste si infettano per la presenza di batteri, la lingua potrebbe gonfiarsi e la necessità di terapia antibiotica diventerebbe necessaria.

Ricordo infatti che la saliva che dovrebbe bagnare costantemente la lingua, ha anche un potere antibatterico naturale che la protegge.

E’ quindi fondamentale tenere sempre sotto controllo lo stato della lingua che non dovrebbe cambiare di colore, diventare più opaca, ne essere troppo raggrinzita.

 

Cane con lingua pendente: quali rimedi?

 

Una cane con lingua pendente ha un costante fastidio, dovuto alla secchezza dell’organo che quindi dovrebbe essere mantenuto idratato ed umido il più possibile.

La semplice idratazione però può essere complicata da raggiungere in quanto non si riesce a stabilire una adeguata barriera fisica sulla parte, che certamente non può essere fasciata.

Il consiglio più semplice quindi è quello di utilizzare del semplice olio di oliva, che dovrebbe essere applicato un paio di volte al giorno sulla superficie della lingua.

Un altro rimedio che però ritengo essere ancora più efficace è l’estratto di foglie d’ulivo.

I motivi sono soprattutto legati alle molteplici proprietà in più, rispetto al semplice olio:

  • potere altamente idratante ed emolliente;
  • potere antibatterico ed antivirale;
  • potere antiossidante e quindi per questo, antiinfiammatorio.

Quindi a livello preventivo, mettere una o due gocce di estratto sulla lingua del cane un paio di volte al giorno consentirà alla lingua di rimanere morbida ed idratata, senza alcun effetto collaterale (anzi con effetti benefici) sul cane.

Ma se il tuo cane presenta delle lesioni, sappi che questo estratto risulterà ugualmente efficace.

Come puoi notare a sinistra la lesione come si presentava. Dopo soli due giorni di trattamento questa era già ridotta della metà e dopo soli 4 giorni, la guarigione.

Questo risultato è dovuto all’azione riparativa e cicatrizzante dell’estratto di foglie (per acquistarlo, registrati da qui) che quindi oltre a prevenire, cura!

In conclusione: se il tuo cane improvvisamente non riesce più a ritrarre la lingua, portalo immediatamente dal veterinario per un controllo.

Ma se invece hai un cane con lingua pendula che frequentemente presenta sintomi di secchezza, potrai facilmente curarla, in modo efficace con il nostro estratto di foglie di ulivo!

Ringrazio per la testimonianza Carmen Parente e Filippo che ha consentito di fotografare la sua lingua, qui sotto ritratto in un momento di meditazione!

Alla prossima puntata con un nuovo articolo!

P.S. Seguici anche nella Pagina Facebook

P.P.S. I contenuti di questo articolo sono esclusivamente a scopo informativo e non vogliono sostituire in alcun modo i pareri e le terapie prescritte dai Veterinari.

P.P.P.S. Facciamo il possibile per utilizzare nel Blog e sui Social, solo Foto e Immagini nel rispetto dei Diritti di Autore, ma non è sempre facile individuare chi detiene tali Diritti o se sono libere da licenza. Nel caso che qualcuno abbia motivo di ritenere che sono stati lesi i Diritti di Pubblicazione è pregato di comunicarcelo, le immagini irregolari saranno immediatamente rimosse. Grazie.